Campagne

Tutti i colori del mondo

L’immagine orizzontale mostra un gruppo di ragazzi e ragazze di etnie diverse, sorridenti. Lo sfondo è completamente bianco. Uno slogan recita: “Tutti i colori del mondo”.
È la prima campagna firmata dal fotografo italiano Oliviero Toscani, in collaborazione con l’agenzia francese Eldorado. Vince numerosi premi in tutto il mondo, oltre a ricevere qualche critica - segno che la strada percorsa è quella giusta.

Negli anni successivi, Benetton lancia una serie di campagne controverse. Un bambino russo e una bambina americana che si abbracciano. Un ragazzo palestinese e un ragazzo arabo che reggono insieme un mappamondo. Una nativa americana e un giovane punk con capigliature molto simili.

Ritratti su sfondo bianco. Diversità e provocazione. Contrasto e globalizzazione. Questi ingredienti diventano un marchio inconfondibile della comunicazione United Colors of Benetton.

E “Tutti i colori del mondo” - lo slogan della prima campagna di Toscani - si trasforma nel nuovo nome del marchio: United Colors of Benetton.